> NEWS
 
info@unavitaperilcinema.it
 
HOME
 
News
 
 
 
Una Vita Per il Cinema
 
 
Italy by Italy - Vera Ospitalita' Italiana
 
Ebook Planet
Un pò di tutto sui libri elettronici
www.ebookplanet.it
 
 
 
 
 
 
USABOUND CI INFORMA SUGLI STATES
Chiude l'Apollo Theatre per opere di ristrutturazione



A confermare la continua rinascita di Harlem, anche uno dei suoi edifici piu' importanti, l'Apollo Theatre, verrà ristrutturato - rimanendo chiuso per almeno 9 mesi - con il rifacimento della facciata, installazione di un nuovo palcoscenico e sistemi luci e audio, nuove poltroncine, e l'aggiunta di lobby e spazi comuni anche al secondo e terzo piano. Il teatro, simbolo della musica e cultura della popolazione afro-americana, aprira' anche una "Hall of Fame" nel marciapiedi dell'isolato che lo ospita sulla 125th Strada, con targhe commemorative di artisti ed autori famosi quali Ella Fitzgerald e James Brown.
Carte Geografiche antiche in mostra a Chicago
Chicago per un mese capitale delle vecchie mappe, con due mostre importanti dedicate a carte ed atlanti originali sia Europei che Americani: Maps al Field Museum, e Ptolemy's Geography and Renaissance Mapmakers alla Newberry Library (fino al 16 febbraio). Al Field Museum di rilievo le mappe create da Leonardo da Vinci (provenienti dalla collezione privata della Regina Elisabetta d'Inghilterra), famose per l'uso pionieristico del colore per indicare la variazione di altitudine, e la stupenda tavola d argilla datata 1500 a.C. circa, che illustra il piano della citta di Nippur, nel moderno Iraq. E poi le mappe disegnate da Tolkien per il famoso "Il Signore degli anelli".
Alla Newberry Library da non perdere la pergamena giapponese del XXVIII sec. che rappresenta la strada che va da Kyoto a Edo (oggi Tokyo), e la guida degli inizi del XX sec. che indica la strada che va da Chicago a Lake Geneva in Wisconsin, con foto di accompagnamento scattate da una fotocamera montata sul cofano dell'auto. Infine i due mappamondi di legno realizzati da Vincenzo Coronelli per Luigi XIV per il palazzo di Versailles, uno rappresenta la terra e l' altro le costellazioni.
Pan Am, la fenice che continua a risorgere
Così come per i newyorkesi il grattacielo sopra Grand Central Terminal è ancora il Pan Am building (e non Met Life, dal nome della compagnia di assicurazioni che lo acquistò dopo la bancarotta del Vettore), per milioni di viaggiatori ed appassionati di aviazione commerciale la Pan Am rimane la compagnia aerea internazionale per antonomasia, che continua ad esercitare un fascino molto forte, con centinaia di club ed associazioni dedicate allo scambio di cimeli (dai cappelli dei comandanti alle uniformi delle hostess alle famose borse da viaggio immortalate dal presidente JF Kennedy nei suoi viaggi internazionali) ed al restauro di vecchi aeromobili con i colori originali della compagnia che inventò i viaggi intercontinentali con i famosi "China Clipper" degli Anni Trenta e Quaranta. Nel 1998 il padrone di una piccola compagnia merci ferroviaria del New England - appassionato di aviazione - acquisto' per 25 milioni di dollari il marchio della Pan Am, e nel corso degli anni ha dipinto oltre 300 carrozze merci e numerosi locomotori con i colori ed il marchio originali della Pan Am stessa. Con lo stesso marchio ha inoltre lanciato una compagnia aerea charter che serve alcuni aeroporti minori sempre nel New England, con l'intenzione di iniziare voli internazionali con l'Europa non appena la deregulation sarà in pieno vigore.
Da Forbes la nuova classifica dei migliori ristoranti Newyorchesi
Puntualmente la rivista Forbes ha pubblicato la classifica annuale dei migliori ristoranti di New York, quest'anno in collaborazione con Tom Jones, uno dei critici eno-gastronomici più quotati negli Stati Uniti. Noi crediamo che quella di Forbes sia tra le classifiche più attendibili e qualificate, visto che è compilata con i commenti dello staff della rivista, che ha uffici sulla Quinta Avenue nel Cuore di Manhattan. Novità tra i primi sedici classificati, con la new entry di Rosanjin, a Tribeca, giudicato "divino" ed il miglior ristorante giapponese, e di Alto, cucina italiana ed una wine list di primissimo piano. Per il pesce continua ad imporsi Le Bernardin (155 West 51st St.), ed in genere i ristoranti francesi, insieme a quelli giapponesi, italiani e di "traditional" american conquistano tutte le prime posizioni.
Ecco in ordine alfabetico quelli che si sono meritati le quattro stelle:
Alto (520 Madison Avenue, 11 East 53rd Street)
Aureole (34 East 61st Street, tra Madison and Park Avenue)
Bouley (120 West Broadway, at Duane Street)
Chanterelle (2 Harrison Street, at Hudson Street)
Country (90 Madison Avenue, The Carlton Hotel on Madison Avenue)
Daniel (60 East 65th Street)
The Four Seasons (99 East 52nd Street)
Gordon Ramsay at the London (151 West 54th Street)
Jean Georges (1 Central Park W)
La Grenouille (3 E 52nd St)
Le Bernardin (155 West 51st St.)
Le Cirque (151 E 58th St)
Nobu (105 Hudson Street)
Per Se (10 Columbus Circle, Time Warner Building)
Rosanjin (41 Duane Street)
‘21’ Club (21 West 52nd Street)


USABOUND
Viaggi di turismo, di affari e di incentivazione in Nord America
www.usabound.com
Tel. 045/8303002 - Fax 045/6383119 - info@usabound.com
3 Comments
Posted on 29 Jan 2008 by elettra
 
 
 
 
 

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare
immagini e testi dal sito, a propria discrezione.
Copyright © 2002 - Tutti i diritti riservati
Copyright © 2002 - 2009 Tutti i diritti riservati
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini, Corso di Francia 211 - 00191 Roma
E-mail: info@annuariodelcinema.it P.IVA 04532781004