> NEWS
 
info@unavitaperilcinema.it
 
HOME
 
News
 
 
 
Una Vita Per il Cinema
 
 
Italy by Italy - Vera Ospitalita' Italiana
 
Ebook Planet
Un pò di tutto sui libri elettronici
www.ebookplanet.it
 
 
 
 
 
 
AGORA' CINEFEST A MARTANO (LECCE)


- Dal 27 al 31 agosto al Palazzo Ducale di Martano (Le) - Tra gli ospiti della seconda edizione Edoardo Winspeare, Davide Barletti, Gianni De Blasi, Corrado Punzi, Fabio Luongo e molti altri giovani registi -
Dal 27 al 31 agosto il Palazzo Ducale di Martano (Le) ospita la seconda edizione della rassegna Agorà Cinefest, organizzata da Zero Project, associazione di promozione cinematografica, in collaborazione con Regione Puglia, Provincia di Lecce e Comune di Martano.
Durante le serate della rassegna autori, registi e attori presenteranno proprie opere edite e materiale inedito, incontreranno il pubblico, confrontandosi in maniera semplice e diretta. Tra gli ospiti Fabio Luongo, Corrado Punzi, Gianni De Blasi, Davide Barletti, Edoardo Winspeare e molti altri giovani registi.
In questa seconda edizione il programma ospiterà inoltre un'esposizione con alcune delle più interessanti fotografie di scena dei set ambientati nel Salento, dei fotografi Giovanni Ottini e Alice Pedroletti, curata da Zero Project; il progetto Kinosound, rassegna di classici del cinema muto musicati dal vivo; CortoNotte, uno spazio dedicato alla nuova generazione di autori e di filmaker con i più recenti videoclip musicali, cortometraggi e documentari dei registi Fabio Luongo, Corrado Punzi, Simone Covini, Gianni De Blasi, Ludovica Polito, Mattia Epifani; un'esposizione di manifesti storici dei film più famosi del cinema; un omaggio al grande maestro, recentemente scomparso, Dino Risi con la proiezione del film "Il sorpasso".
Agorà Cinefest prende il via mercoledì 27 Agosto alle ore 21.00 nell'atrio con l'incontro con il regista Fabio Luongo che presenterà in anteprima il nuovo videoclip del cantautore Paolo Benvegnù. A seguire proiezioni di videoclip musicali dei registi Gianni De Blasi e Luigi Conte.
Alle 21.30 nell'area Giardini sarà proiettato il film "Lascia perdere Johnny" (Italia 2007, dur. 104 ) di Fabrizio Bentivoglio con Toni Servillo, Peppe Servillo, Valeria Golino, Ernesto Mahieux, Fabrizio Bentivoglio, Lina Sastri. Caserta 1976. Faustino Ciaramella ha diciotto anni e se non trova un lavoro a fine anno dovrà partire per il servizio militare. Per adesso suona la chitarra nell'orchestra del maestro Domenico Falasco, trombettista e bidello. L'esperienza con la colorata "orchestra Falasco" finisce una sera di primavera a Roccamonfina. Ma per fortuna l'impresario, Raffaele Niro, ha in serbo per Faustino una grande possibilità per l'estate: lavorare per il maestro Augusto Riverberi.
A seguire dj set con Soulfiero e Sonda.
Giovedì 28 Agosto alle ore 21.00 nell'area Giardini sullo schermo il film La ragazza del lago (Italia 2007, dur. 95) di Andrea Molaioli con Valeria Golino, Toni Servillo, Omero Antonutti, Anna Bonaiuto, Fabrizio Gifuni, Fausto Maria Sciarappa, Heidi Caldart. Il film ha conquistato ben dieci David di Donatello. Sono le otto del mattino quando Marta, addentando una ciambella, sta tornando a casa dopo aver dormito da una zia. Un furgone si ferma: Mario, ragazzo affetto da ritardo mentale, la convince a seguirlo nella sua fattoria. L'allarme scatta subito, Marta ha solo sei anni. Nel paese arriva il commissario Sanzio, un poliziotto esperto, da poco trasferitosi in quelle zona un pò sperduta. Il più giovane collega Siboldi, residente in quelle valli, diventa la sua guida anche per conoscere i legami famigliari e affettivi della piccola comunità. I due, accompagnati da Alfredo, fedele collega di Sanzio dai tempi della sezione omicidi, si dovranno trattenere nel paese, perché un altro delitto si sta per consumare; un crimine sicuramente nato in seno a una delle famiglie del paese, frutto di un legame affettivo o sentimentale. Tutti coloro che Sanzio incontra e interroga possono essere i potenziali assassini. Il commissario si addentra in questa storia con insolita partecipazione, anche la sua famiglia è attraversata da un forte dolore che scorre parallelo a quello dell'indagine.
Alle ore 23.00 per la sezione Kinosound il dj Tobia Lamare rimusicherà il film muto "Un chien andalou" di Luis Bunuel e Salvator Dalì (1929, dur. 15 min.).
Venerdì 29 Agosto alle ore 21,00 nell'Area Atrio Agorà Cinefest dedica un omaggio a Dino Risi con la proiezione de "Il Sorpasso" con Catherine Spaak, Jean Louis Trintignant e Vittorio Gassman.
- Sempre alle 21.00 ma nell'area Giardini si terrà l'incontro con il regista salentino Corrado Punzi che presenterà alcuni dei suoi ultimi lavori. A seguire infatti saranno proiettati il medio metraggio (in prima assoluta) "Dove, i miei occhi" (dur. 30 min) con Giorgio Colangeli, Federica Flavoni, Sandro Giordano e il promo di "Di chi sei figlio?" (dur. 7 min). In "Dove, i miei occhi" la Guerra Fredda è finita, ma solo dopo aver congelato i sogni rivoluzionari, dopo averli costretti all'aborto. Dove, i miei occhi è un film sul passato, sulla strategia della tensione, per guardare la "Cecità" del presente, i paradossi della democrazia. Sullo schermo anche il nuovo documentario di Gianni De Blasi. La serata si concluderà con la proiezione del film muto "Man with a movie camera" di D. Vertov (1929, dur. 60 min.), rimusicato live da dj Postman Ultrachic.
Sabato 30 agosto serata dedicata al film Fine Pena Mai di Davide Barletti e Lorenzo Conte.
- Dalle 22.00, dopo la presentazione del dvd alla presenza di Barletti e dell'attore Ippolito Chiarello, sarà proiettato il film. L'incontro sarà coordinato dal giornalista Dario Quarta (qui Salento, Gazzetta del Mezzogiorno, Coolclub.it). Fine Pena Mai, con Claudio Santamaria, Valetina Cervi, Daniele Pilli, è una storia vera, ambientata nel Salento negli anni Ottanta: la storia di un ragazzo come tanti che, seguendo il sogno di una vita al massimo, si ritrova coinvolto in una corsa inarrestabile che lo porterà a divenire un vero e proprio boss mafioso. Un viaggio in nero che racconta una vicenda che ha per sfondo una mafia mai raccontata prima: la Sacra Corona Unita. Liberamente tratto dal romanzo autobiografico "Vista d'interni" (Manni Editori), il film narra infatti le vicissitudini di Antonio Perrone, condannato a 49 anni di carcere, scontati in stato di isolamento totale secondo l'articolo di legge 41 bis. Il film è il racconto di un drammatico percorso umano. All'inizio degli anni Ottanta, Antonio Perrone è il primogenito di una benestante famiglia salentina. Ma la sua natura è irrequieta e, come tanti ragazzi di quell'epoca, sogna un futuro migliore, libero dai vincoli sociali. È il sogno di una vita al massimo. Quando si innamora della giovane Daniela sembra sul punto di realizzare i suoi desideri. Antonio vuole di più, sempre di più, entra nel mondo dello spaccio di droga, divenendo con l'incoscienza di un giovane romantico, protagonista di folli scorribande alla conquista del territorio. La sua corsa è inarrestabile: intraprende una serie di rapine fino a diventare un vero e proprio boss della neonata Sacra Corona Unita, la cosiddetta Quarta mafia, che tenne sotto ricatto, per un decennio, una regione fino ad allora vergine. Il suo sogno si è trasformato in un incubo. Se Perrone è un criminale dalla parabola insolita e drammatica, la Sacra Corona Unita è una mafia che presenta un percorso innovativo e anomalo rispetto alle altre mafie. Ultima a essere nata, tutti i suoi riti di iniziazione, la sua struttura verticistica, il suo codice d'onore nascono da una mescolanza e riedizione delle vecchie tradizioni malavitose. È una mafia violenta e irrazionale. Perrone finisce schiacciato dai suoi meccanismi e il suo percorso culmina in maniera tragica. L'epilogo della propria vita sarà una pena che sconterà senza fine. Mai.
- Dalle 23,30, infine, nell'area Giardini spazio alla proiezione di cortometraggi
Domenica 31 agosto dalle 21.00 nell'area Giardini si terrà un incontro con il regista Edoardo Winspeare, con lo sceneggiatore Alessandro Valenti e con l'autore della colonna sonora Gabriele Rampino che parleranno del film di prossima uscita "I galantuomini" con Donatella Finocchiaro, Fabrizio Gifuni, Beppe Fiorello, Giorgio Colangeli, Gioia Spaziani. L'incontro sarà coordinato dal giornalista Dario Quarta (qui Salento, Gazzetta del Mezzogiorno, Coolclub.it). A seguire il proiezione di "Omaggio a Pino Zimba" e di materiale video inedito del regista salentino.
- A seguire nell'area Giardini saranno proiettati i due cortometraggi del progetto Gal, prodotti da Saietta Film "Dei nachiri e dei mercanti" (2007, dur. 17 min) di Corrado Punzi e "Le mute parole" (2008, dur. 22 min) di Ludovica Polito.
La chiusura del cinefest è affidata al dj set di Tobia Lamare e ospiti
Ingresso gratuito
www.myspace.com/agoracinefest



3 Comments
Posted on 23 Aug 2008 by elettra
 
 
 
 
 

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare
immagini e testi dal sito, a propria discrezione.
Copyright © 2002 - Tutti i diritti riservati
Copyright © 2002 - 2009 Tutti i diritti riservati
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini, Corso di Francia 211 - 00191 Roma
E-mail: info@annuariodelcinema.it P.IVA 04532781004