> NEWS
 
info@unavitaperilcinema.it
 
HOME
 
News
 
 
 
Una Vita Per il Cinema
 
 
Italy by Italy - Vera Ospitalita' Italiana
 
Ebook Planet
Un pò di tutto sui libri elettronici
www.ebookplanet.it
 
 
 
 
 
 
VALENTINA CHICO AL TEATRO INDIA DI ROMA
- IN UN DRAMMA DI GIAMPIERO RAPPA: “PRENDITI CURA DI ME” -
di Enrico Stella
Da qualche anno mi è concesso il privilegio di segnalare in questo sito prestigioso le novità dell’attività artistica di una giovane attrice romana, molto amata dal pubblico: Valentina Chico. La sua nuova stagione si è inaugurata il 21 ottobre al Teatro Filodrammatici di Milano con una prima nazionale: “Prenditi cura di me” di Giampiero Rappa. La tournée proseguirà nella Capitale, al Teatro India, dal 25 al 30 novembre.
Sono trascorsi quindici anni da quando Valentina, studentessa al liceo Socrate di Roma, cominciava a cimentarsi con le “Troiane” di Euripide, e con le “Donne in assemblea” di Aristofane. Mentre si preparava alla maturità classica, per poi iscriversi alla facoltà di Lettere e Filosofia, conseguiva il diploma di solfeggio al Conservatorio di Santa Cecilia e quello del Laboratorio Teatrale diretto da Pietro Gallina: un’imperiosa vocazione con un’attività intensa e appassionata, eccezionale per una ragazza di appena 17 anni.
Fu proprio allora, durante uno dei suoi primi spettacoli, che l’aiuto regista di Klaus Maria Brandauer, in cerca di nuovi talenti, le propose un provino per il ruolo di protagonista nel film “Mario und der Zauberer” (Mario e il Mago). La successiva selezione fu lunga e difficile, e infine, al ballottaggio con Monica Bellucci, fu scelta Valentina.
Teatro, cinema, televisione, radio, senza contare le numerose, affascinanti “letture” dallo stile squisitamente personale, fanno parte del curriculum di questa brava, versatile attrice (vedi Annuario del Cinema Italiano & Audiovisivi, Sezione CHI E’), ma, come è accaduto anche a vecchi campioni del palcoscenico, la popolarità è arrivata nel 2000 con la nota fiction di Raiuno “Incantesimo”, che grazie a Valentina Chico, protagonista in coppia con Alessio Boni, conquistò, ad ogni puntata, dai sette agli otto milioni di spettatori.
Tra le attività del 2008, Valentina è stata a Parigi per interpretare “Toscanini in his own words”, un docu-film sulla vita del Maestro Arturo Toscanini, diretto da Larry Weinstein.
“Prenditi cura di me” è messo in scena dalla Compagnia Gloriababbi Teatro, nata nel 1996 dal sodalizio di cinque giovani attori: Andrea Di Casa, Filippo Dini, Sergio Grossini, Mauro Pescio, Giampiero Rappa, tutti provenienti dalla Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova. Mi piace ricordare il loro pensiero perché lo condivido in pieno: la poetica dei Gloriababbi è da sempre fondata sulla figura dell’attore, sulla sua primaria e incondizionata libertà di espressione, e sulla sua indiscutibile centralità all’interno della creazione artistica. Lo spettacolo è il risultato del lavoro creativo di tutti e deve rinnovarsi e rinascere ogni sera. Non occorrono idee di regia sbalorditive, ma è meglio fuggire dagli effetti che incantano gli occhi e frequentare invece quelle zone dell’anima che inchiodano lo spettatore nelle proprie povertà e ricchezze quotidiane…
Il cast che applaudiremo al Teatro India nell’ultima settimana di novembre è composto da Valentina Cenni, Valentina Chico, Andrea Di Casa, Filippo Dini (nel ruolo del cardiochirurgo Franco Maggi), Sergio Grossini, Ilaria Pardini, Mauro Pescio, Gaetano Sciortino.


Giampiero Rappa, con il testo “Prenditi cura di me”, è stato proclamato vincitore della XIII edizione del “Premio Enrico Maria Salerno per la Drammaturgia Europea”. Vale la pena riportare le motivazioni della Giuria: “Una vicenda assolutamente realistica e ricca di colpi di scena, ambientata nel contesto ambiguo e spregiudicato della sanità nazionale. Un medico di fama, la sua tormentata vita privata, il cinismo della professione, i compromessi e le tentazioni della politica: tutto si tiene in un dramma ambizioso iscritto nel solco stilistico della tradizione teatrale italiana. Rappa si conferma drammaturgo solido, fra i migliori della scena nazionale, abituato a costruire il proprio lavoro partendo dalla pratica quotidiana del palcoscenico con una Compagnia affiatata e riconosciuta. Gli viene assegnato il Premio di Produzione tanto per la qualità del testo, quanto per il riconoscimento ad un metodo di lavoro teatrale - quello del Dramaturg di Compagnia - che il Premio Enrico Maria Salerno intende promuovere e sostenere come fondamentale strumento di crescita del teatro italiano contemporaneo”.
Il ruolo affidato alla Chico, da lei svolto magistralmente, è quello della moglie del cardiochirurgo: una donna un po’ esaurita e depressa, privata della gioia della maternità, che non si sente pienamente capita dal marito e, senza volerlo, contribuisce a comprometterne l’immagine di onesto e stimato professionista.
Dopo questa novità assoluta, Valentina Chico tornerà in scena al Teatro di Rifredi, a Firenze, dove, dal 14 al 31 gennaio 2009, verrà riproposto per il quinto anno consecutivo “L’Ultimo Harem” di Angelo Savelli, che ha sempre registrato il tutto esaurito.
Nelle foto:
Valentina Chico
Valentina con Filippo Dini, in una foto di scena
Il cast di “Prenditi cura di me”


0 Comments
Posted on 15 Nov 2008 by elettra
 
 
 
 
 

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare
immagini e testi dal sito, a propria discrezione.
Copyright © 2002 - Tutti i diritti riservati
Copyright © 2002 - 2009 Tutti i diritti riservati
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini, Corso di Francia 211 - 00191 Roma
E-mail: info@annuariodelcinema.it P.IVA 04532781004