> NEWS
 
info@unavitaperilcinema.it
 
HOME
 
News
 
 
 
Una Vita Per il Cinema
 
 
Italy by Italy - Vera Ospitalita' Italiana
 
Ebook Planet
Un pò di tutto sui libri elettronici
www.ebookplanet.it
 
 
 
 
 
 
MICHELE SAKKARA, UNA VITA PER IL CINEMA
- Intervistiamo il regista, scrittore, sceneggiatore che ha percorso le fasi più belle della storia del Cinema italiano ed ha ancora un sogno nel cassetto -
Una vita per il Cinema: mai definizione fu più appropriata per un personaggio che ha dedicato tutta la sua esistenza allo studio, alla ricerca, alla regia, alla stesura ed alla realizzazione di soggetti, sceneggiature, libri (e perfino un’enciclopedia!), ed è stato anche attore da giovanissimo.
Michele Sakkara, nato a Ferrara da padre veneziano e da madre russa, ha cominciato fin da bambino ad appassionarsi di cinema.
Appena adolescente incontrò a teatro il grande Erminio Macario - che all’epoca era famoso ed ammirato in tutta Italia - e gli chiese di aiutarlo a trovare una scrittura. Detto fatto (o quasi): interessato ed incuriosito dalla spigliatezza e dall’ardimento di quel ragazzino, Erminio Macario gli diede il suo indirizzo romano, e il giovane Michele ne fece tesoro.
“Giunto nella Capitale con un po’ di soldi “sottratti” al mio papà – ricorda Sakkara - fui ricevuto dall’attore nella sua abitazione di Via Caroncini 6, conobbi anche la sua mamma che era per un’ascoltatissima consigliera, suscitai una certa benevolenza nel mio nuovo amico e da qui cominciò la mia splendida avventura, fui presentato alle persone giuste, sono stato comparsa, e non solo, in film quali “I Miserabili” di Riccardo Freda, con Gino Cervi e Valentina Cortese, poi “La Certosa di Parma” con Gerard Philippe, Maria Casares e Louis Salou, ed ancora “Fabiola” con Michèle Morgan, attore ne “La banda Casaroli” di Florestano Vancini ed altri ancora”.
La vita a Roma non è stata però sempre facile, specie agli inizi, anzi Sakkara arriva a decidere di tornare a casa per necessità di cose; ma la fortuna gli sorride quando meno se l’aspetta e l’avventura continua…
“Ho sempre potuto contare su un immaginario pianeta degli aiuti misteriosi, che sono entrati in scena quando più ne avevo bisogno, vogliamo chiamarla fortuna? Sono credente e praticante, a dispetto della vita che ho sempre condotto, e questo è considerato da tutti una contraddizione. Ma tant’è, solo Dio sa, solo Dio giudica…”
A un certo punto Michele Sakkara comincia a scrivere soggetti e sceneggiature, e si posiziona dall’altra parte della macchia da presa.
E’ stato fra l’altro assistente ed aiuto regista di Blasetti, Germi, De Sica Franciolini; sceneggiatore e produttore di “Prete fai un miracolo” di Mario Chiari, ha sceneggiato e diretto “Spionaggio senza frontiere”, “Il Grande Safari”, “Spagna”, “Ecumenismo”, “La storia del fumetto”, oltre a una quarantina di documentari per la Rai, ed ha firmato la sceneggiatura di “Martin Lutero” (un lavoro imponente, faticoso, impegnativo e di grande soddisfazione). Per la televisione firma “Maestro in frontiera”, “L’Aquila torna a volare”, “Mario uno dei tanti”.
Ha trovato anche il tempo di mettere su famiglia, si è sposato due o tre volte, ha figli e nipoti con i quali ha un ottimo rapporto.
Ma la sua vita variegata e composita è ancora piena di interessi e di progetti, viaggi, ricevimenti, musica, amici ed amiche, quasi tutti personaggi dello spettacolo e della cultura.
Fra le sue opere letterarie spicca l’ ”Enciclopedia storica del Cinema Italiano”, un’opera che ha richiesto anni di ricerche storiche; straordinari consensi per “Il grande periodo del Cinema Tedesco” (5 edizioni), mentre la sua ultima fatica, il libro “Il Cinema al Servizio della Politica, della Propaganda e della Guerra” (ed. F.lli Spada) ha avuto una versione in tedesco di grande successo ed è stato ora tradotto in inglese. “Aspetto – ci confida Sakkara – che un editore anglofono, sia esso statunitense, britannico, australiano, sudafricano, si interessi al mio titolo e lo realizzi per il mercato di lingua inglese. E poi vorrei realizzare qualcosa sui miti del ventesimo secolo…Anzi, realizzerò”. (Elettra Ferraù). Foto di Claudio Patriarca

0 Comments
Posted on 24 Jan 2009 by elettra
 
 
 
 
 

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare
immagini e testi dal sito, a propria discrezione.
Copyright © 2002 - Tutti i diritti riservati
Copyright © 2002 - 2009 Tutti i diritti riservati
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini, Corso di Francia 211 - 00191 Roma
E-mail: info@annuariodelcinema.it P.IVA 04532781004