> NEWS
 
info@unavitaperilcinema.it
 
HOME
 
News
 
 
 
Una Vita Per il Cinema
 
 
Italy by Italy - Vera Ospitalita' Italiana
 
Ebook Planet
Un pò di tutto sui libri elettronici
www.ebookplanet.it
 
 
 
 
 
 
4° FESTIVAL DEL FILM TURISTICO ED ECOLOGICO A SARAJEVO: UN SUCCESSO



La cittadina di Pale, uno dei distretti di Sarajevo, capitale della Bosnia Herzegovina, ha ospitato con successo la 4^ edizione del Festival internazionale del film a tema su turismo ed ecologia. Un evento che ha visto la partecipazione massiccia, con propri filmati, di trenta Paesi di tutti i Continenti e fra i quali l’India, l’Iran, la Russia e l’Italia con Rai-Educational.
Alle proiezioni al pubblico nel grande e moderno teatro cittadino, si sono alternate tavole rotonde discusse con produttori, registi e rappresentanti del turismo sulle varie problematiche connesse con il turismo sostenibile.

Incontri moderati dal direttore generale del festival Mirko Despic e da Ratko Orozovic direttore artistico ed ai quali ha portato il proprio saluto il Presidente Onorario Antonio Conte, anche nella sua qualità di fondatore del quasi cinquantenario Tourfilmfestival italiano e del Comitato internazionale di coordinamento dei vari festival del genere (ITCO), che si svolgono in vari Paesi.
Antonio Conte ha sottolineato l’importanza del binomio turismo-ecologia e come questi festivals possono contribuire a creare una coscienza per un turismo che sia sempre compatibile con la salvaguardia dell’ambiente. Citando una frase del grande Pontefice Giovanni Paolo, ha ricordato come “noi, abitanti del pianeta, non siamo padroni della terra in cui viviamo, siamo solo dei condomini cui ci è stata data in uso. Pertanto, abbiamo l’obbligo di salvaguardarla per lasciarla in eredità alle future generazioni.”



Inoltre, Conte ha espresso al Sindaco Alija Behnen e alle numerose autorità di governo e diplomatici intervenuti, il suo plauso e l’apprezzamento per la ricostruzione e la ripresa economia di Sarajevo dopo l’assurda guerra che aveva seminato morte e distruzione. Una città che pur non rifiutando il moderno ha saputo conservare le sue antichissime tradizioni artistiche, culturali ed enogastronomiche e, soprattutto di convivenza civile e religiosa fra le varie etnie. Il centro storico con i suoi artigiani del rame battuto, dell’argento e dei tappeti è sempre più apprezzato dalla maggior parte degli oltre due milioni di turisti pellegrini che ogni anno si recano al santuario della Madonna di Medjugorje, da tutto il mondo e che estendono il loro viaggio a Mostar e alla capitale Sarajevo, una città che con cinquecentomila abitanti possiede oltre cento moschee, oltre alla cattedrale cattolica e a quella ortodossa.
Tra i settanta films selezionali dalla giuria, il Grand Prix è stato assegnato alla Serbia per il film “Long Journey Tharoy”, di Zeliko Mirkovic. Mentre il primo premio per la Sezione Turismo è andato alla Polonia per il film “Chopin’s Mazovia”. Per la Sezione Ecologia, invece, il primo premio è stato assegnato all’Iran per “Clond Forest” di Almad Nik Kar.
Fra i Premi Speciali, un riconoscimento è stato ricevuto dal regista italo austriaco Adriano Bottaro per il film girato in Tyrolo “Advent in Austria“.
Per la Sezione Spot promozionali sono stati premiati quelli di India, Macedonia e Bosnia Herzegovina.

Il festival è stato seguito con ampi servizi radio-televisivi dalle principali emittenti di tutti i balcani ed in particolare dalla OMS, importante televisione di Sarajevo, diretta da Mirko Despic.
Nel corso della cerimonia di chiusura del Festival è stata consegnata al direttore di Jahorinafest, Mirko Despic, una copia della sessantesima edizione dell'Annuario del Cinema Italiano e degli Audiovisivi, diretto da Emanuele Masini con Elettra Ferrau ed Alessandro Masini.
Sia alla cerimonia di apertura che a quella conclusiva, sono state molte le autorità intervenute, fra le quali, oltre ai sindaci di Sarajevo Behnen e quello del distretto di Pale Radovanovic, l’Ambasciatore della Federazione Russa Bocan Harcenko, l’Addetto Culturale dell’Ambasciata dell’Iran Reza Hatminan e il rappresentante dell’Unione Europea della Bosnia.
0 Comments
Posted on 11 Dec 2010 by elettra
 
 
 
 
 

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare
immagini e testi dal sito, a propria discrezione.
Copyright © 2002 - Tutti i diritti riservati
Copyright © 2002 - 2009 Tutti i diritti riservati
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini, Corso di Francia 211 - 00191 Roma
E-mail: info@annuariodelcinema.it P.IVA 04532781004