> NEWS
 
info@unavitaperilcinema.it
 
HOME
 
News
 
 
 
Una Vita Per il Cinema
 
 
Italy by Italy - Vera Ospitalita' Italiana
 
Ebook Planet
Un pò di tutto sui libri elettronici
www.ebookplanet.it
 
 
 
 
 
 
L’EOS HOTEL DI LECCE PER I DISABILI VISIVI



- È IL PRIMO ALBERGO ACCESSIBILE A PERSONE CON DISABILITÁ VISIVA IN PUGLIA, TRA I POCHI IN ITALIA -

Il tre stelle design di Vestas Hotels & Resorts marca il passo del turismo accessibile dotandosi di materiali informativi e speciali tabelle visivo tattili per consentire ai non vedenti di orientarsi autonomamente tra camere e spazi comuni.


Si tratta di n progetto innovativo, un unicum nella storia del turismo locale, curato dalla giovane designer Michela Bidetti e fortemente voluto dal presidente della catena alberghiera Andrea Montinari.

L’Eos Hotel è il primo albergo accessibile ai non vedenti in Puglia, tra i primi in Italia ad aver abbattuto ogni barriera percettiva e comunicativa per le persone con disabilità visiva. Il tre stelle design di Vestas Hotels & Resort - con un progetto curato dalla designer trentenne Michela Bidetti (collaboratrice di Tactile Vision Onlus di Torino) e fortemente voluto dal presidente della catena, Andrea Montinari - ha infatti attrezzato camere e spazi comuni con materiale informativo e speciali tabelle visivo tattili per consentire ai disabili sensoriali di orientarsi nell’ambiente circostante. Perché così come le barriere fisiche rendono gli spazi impraticabili dalle persone con disabilità motoria, quelle immateriali allo stesso modo sono barriere percettive e comunicative che impediscono a persone con disabilità di raggiungere l’informazione e muoversi autonomamente.
Niente più barriere e spazi negati dunque: all’Eos Hotel il turismo non ha più ostacoli. I materiali informativi – dai menu ai biglietti dai visita, fino alle brochure relative ai servizi - e le mappe di cui l’albergo è stato appena dotato sono tutte visivo tattili consentendo quindi anche ai disabili visivi non solo di accedere alle notizie relative alle offerte della struttura, ma di muoversi autonomamente al suo interno. Le mappe, infatti, descrivono in sintesi – permettendo di inviduare ingombri ma anche di coglierne gli aspetti informativi - gli elementi presenti negli spazi strategici in cui sono state collocate. Innanzitutto negli spazi privati, vale a dire nelle camere, dove le tabelle visivo tattili segnalano il percorso per arrivare dall’ingresso all’ascensore, e quindi negli spazi comuni. Sulla terrazza dell’albergo, infatti, è stata posta una descrizione sensoriale del paesaggio raccontata dalla scrittrice Maria Marzioni, con lo scopo di delineare e raccontare l’orizzonte visivo che abbraccia alcuni punti fondamentali del centro storico della città che da lì si può ammirare. Nella hall dell’albergo, infine, è stata posta la mappa sensoriale di Lecce: anche in questo caso un unicum, contiene tutte le informazioni necessarie per muoversi all’interno della città, individuando i punti di riferimento e percorsi per raggiungerli. Uno strumento fondamentale per l’ospite dell’hotel e imprescindibile per un’offerta turistica che ambisce a diventare realmente accessibile a tutti.
Non solo strumenti pratici: anche il personale dell’Hotel Eos sarà formato per assistere al meglio le persone disabili garantendo loro un’accoglienza personalizzata e una sistemazione che in tutto e per tutto terrà conto dei loro bisogni. L’alta capacità ricettiva renderà quindi questa struttura una meta ideale per gruppi e associazioni, ma anche per famiglie che trovano in questa struttura la possibilità di godere di momenti di relax in totale autonomia.
“La mobilità autonoma nella progettazione di ambienti accessibili per il maggior numero di persone e in particolare per chi ha disabilità motorie e sensoriali deve soddisfare le richieste dei diritti universalmente riconosciuti, come quello di muoversi liberamente”, ha spiegato la designer Michela Bidetti. “Perciò l’obiettivo – ha proseguito - è stato quello individuare gli spazi dell’hotel dove è necessario garantire la mobilità autonoma, descrivendo in sintesi e in modo efficace gli ingombri e le informazioni necessarie”.
“Il nostro - ha proseguito il presidente di Vestas Hotels & Resorts Andrea Montinari - è un ulteriore intervento rispetto a quelli già realizzati fino ad oggi perché nel Salento si possa davvero parlare di turismo accessibile. Un campo in cui molto è stato fatto nel nostro territorio ma tanto, specie per quando riguarda i non vedenti, è ancora da fare. Al di là di una buona normativa sull’accessibilità presente in Italia, manca infatti ancora un senso comune, una cultura della disabilità che possa permettere anche al mondo della progettazione di svilupparsi in modo inclusivo. Il nostro dovere di imprenditori è quindi favorire queste esperienze, continuare su questa strada dando il via a questi nuovi progetti affinché le nostre strutture siano realmente innovative e a misura di disabile. Perché non si può parlare di sviluppo turistico prescindendo dall’accessibilità delle strutture ricettive”.

Frutto di un concorso di design destinato a fare scuola, l’Eos Hotel continua dunque a distinguersi proprio per le soluzioni architettoniche inedite e funzionali segnando il passo per una nuova tendenza alberghiera che poggia su innovazione e sostenibilità con un occhio di riguardo anche alle persone con disabilità affinché la vacanza sia davvero accessibile. Una vacanza senza barriere, per tutti.
0 Comments
Posted on 07 May 2013 by elettra
 
 
 
 
 

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare
immagini e testi dal sito, a propria discrezione.
Copyright © 2002 - Tutti i diritti riservati
Copyright © 2002 - 2009 Tutti i diritti riservati
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini, Corso di Francia 211 - 00191 Roma
E-mail: info@annuariodelcinema.it P.IVA 04532781004