> NEWS
 
info@unavitaperilcinema.it
 
HOME
 
News
 
 
 
Una Vita Per il Cinema
 
 
Italy by Italy - Vera Ospitalita' Italiana
 
Ebook Planet
Un pò di tutto sui libri elettronici
www.ebookplanet.it
 
 
 
 
 
 
L'ARTE SPONTANEA di MANLIO CATALANO




di Ester IPPOLITO

...Quando l'ispirazione è mistero - Le piccole suggestive sculture di un Artista geniale... e un po' naïf


Ti guardano in modo torvo ma profondo, hanno lineamenti marcati, intorno aleggiano sentimenti di tristezza se non angoscia. Sono volti, piccole sculture penetranti, realizzate da Manlio Catalano, di professione parrucchiere, uomo e donna, e podologo, segno zodiacale Vergine, 74 anni, un po’ viaggiatore, un po’ “ rompiscatole” secondo alcuni, dotato di grande manualità. “Ma – racconta l’artista - non so disegnare, non ho un modello in mente prima di metterni all’opera, non conosco il risultato che verrà fuori e rimango sempre sorpreso quando dalle mie mani nascono queste creature.
Inizio a lavorare alla cieca e quando via via qualcosa si va formando vado avanti- spiega ancora Manlio che ha iniziato a fare queste piccole sculture da circa tre anni. “ Ho cominciato per gioco, poi la passione è cresciuta, e i volti si sono moltiplicati. La tristezza e l’angoscia delle loro espressioni è un comune denominatore ma non sono in grado di sapere il perchè, spesso me lo chiedo, è come se mi guidasse qualche anima perduta”.
All’inizio Catalano ha realizzato soprattutto mostri, a seguire facce doppie, e poi volti tra l’umano e non, a volte spettrali, senz’altro sofferenti.
Le picole sculture si presentano alleggerite dai colori tenui che le caratterizzano: oro, argento, rosa, bianco e grigio. La tecnica usata è
plasmare la creta morbida, senza cottura ma solo asciugatura, e rifiniture con pittura con colori ad acqua.
La creazione di queste “creature”, come le chiama l’autore, nasce spesso da uno stato di depressione.
“Il lavoro mi calma moltissimo, mi regala un senso di pace. Spesso vengo guidato e spinto a creare da un senso di frenesia, appena mi metto all’opera mi allontano dall’ambiente circostante, mi estranio ed entro come in una specie di trance. In fase di creazione questi volti mi guardano, e di questo sono contento. Controllo le sculture nel corso della loro asciugatura, talvolta non sono soddisfatto ma con il cambio della luce, cambio idea. Ne conservo molte in un armadio e quando lo apro raccolgo tutti i loro sguardi. Le considero mie creature e non amo separarmene o venderle. Sarei però curioso di provare ad esporle per vedere le reazioni delle persone, magari qualcuno potrebbe apprezzare le loro espressioni e leggere qualcosa nei loro volti”.

https://www.facebook.com/manlio.catalano?fref=jewel
0 Comments
Posted on 28 May 2016 by elettra
 
 
 
 
 

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare
immagini e testi dal sito, a propria discrezione.
Copyright © 2002 - Tutti i diritti riservati
Copyright © 2002 - 2009 Tutti i diritti riservati
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini, Corso di Francia 211 - 00191 Roma
E-mail: info@annuariodelcinema.it P.IVA 04532781004