> NEWS
 
info@unavitaperilcinema.it
 
HOME
 
News
 
 
 
Una Vita Per il Cinema
 
 
Italy by Italy - Vera Ospitalita' Italiana
 
Ebook Planet
Un pò di tutto sui libri elettronici
www.ebookplanet.it
 
 
 
 
 
 
RITRATTO DI ATTRICE: SARAH FELBERBAUM



- LA VEDREMO SU RAI 1 IN “MEDICI”, CON DUSTIN HOFFMAN -

di Enrico Stella


Grande talento, forte determinazione, fascino irresistibile, lealtà assoluta: sono soltanto alcune delle doti di Sarah Felberbaum, un’attrice la cui carriera è in continua ascesa. Il cognome, che un regista sprovveduto avrebbe voluto cambiare, è di lontana origine tedesca e si pronuncia così come si scrive: non è per nulla difficile! Sarah è nata a Londra, da madre inglese e padre americano, ma non possiamo privarci del vanto di considerarla italiana, dato che quasi sempre è vissuta nel nostro paese, soprattutto a Roma.
La sua naturale eleganza, unita a una rara, delicata bellezza, le ha consentito di iniziare a lavorare a soli quindici anni, come modella. Ma sono alcuni spot pubblicitari che l’hanno fatta conoscere, per la prima volta, alla vasta platea televisiva: la ricordo in una serie promozionale ben riuscita, girata assieme a Sergio Castellitto e Francesco Mandelli.




La sua prima esperienza come conduttrice alla Rai è del 2002, quando viene messa al timone di Top of the Pops, versione italiana del famoso programma musicale, originario del Regno Unito; dello stesso anno è la sua conduzione di Uno Mattina Estate che lei non ricorda con entusiasmo, dato il continuo, veloce passaggio tra gli argomenti più disparati. Più congeniali alla sua inclinazione artistica sono alcuni programmi di Sky Cinema, come Sky Cine News e Hollywood Boulevard, da lei condotti negli anni successivi.



L’esordio da attrice è del 2005, quando, dopo avere studiato per qualche anno recitazione, le viene assegnato il ruolo di Carlotta nella miniserie tv Caterina e le sue figlie, con l’indimenticabile Virna Lisi; parteciperà anche alla seconda e terza stagione (2007 e 2010): un totale di 18 puntate su Canale 5. E’ ancora del 2007 la sua interpretazione del personaggio Lena in Caravaggio con Alessio Boni, per Rai Uno. Nello stesso periodo ottiene il ruolo di protagonista (Agnese Ristori) nella fiction di Canale 5 La figlia di Elisa – Ritorno a Rivombrosa, in otto puntate. Ormai, dopo diverse esperienze formative, può seguire la sua vera vocazione ed è già contesa tra Rai e Mediaset.



Nel 2009 sono rimasto affascinato da Mal’aria, una storia davvero originale, tra il giallo e il fantastico, girata per Rai Uno in un luogo infestato da nuvole di zanzare, dove si dà ancora credito a paurose leggende; la Felberbaum impersona Elsa, una ragazza dal carattere forte e deciso, “un po’ un animale selvaggio”, come lei stessa la descrive, che combatte per quello in cui crede.
Sono almeno nove i titoli delle fiction da lei interpretate e già trasmesse. Tra le più recenti, premiata da altissimi ascolti, figura Una grande famiglia, andata in onda in tre parti (2012-2015) su Rai Uno, con un eccellente cast di attori, tra i quali Stefania Sandrelli e Gianni Cavina nel ruolo dei genitori di cinque figli: la movimentata famiglia Rengoni, industriali lombardi. Sarah ha efficacemente reso, in ogni sfumatura della sua evoluzione positiva, il personaggio di Nicoletta (“Nico”), la penultima figlia, e tutti ce ne siamo innamorati.
La sua partecipazione alle due stagioni de "Il giovane Montalbano", nel ruolo di Livia, ha tanto contribuito allo straordinario successo di questa fiction, magistralmente interpretata da Michele Riondino. La presenza di Livia ne Il commissario Montalbano con Luca Zingaretti era sporadica e quasi trascurabile; qui diventa essenziale: la coraggiosa fidanzata del commissario si interessa, in modo intelligente e collaborativo, al suo lavoro e arriva perfino a partecipare a qualche indagine.
Per il grande schermo, a parte alcuni cortometraggi, la filmografia della Felberbaum comprende dieci titoli, dal 2007 al 2015; lei interpreta i personaggi più diversi e si rivela sempre attrice raffinata e versatile. La sua regola è: “bisogna avere tanta pazienza, amore per il lavoro, sapere attendere e scegliere i progetti giusti”. Tra questi film mi piace ricordare innanzitutto Il gioiellino, regia di Andrea Molaioli, in cui le è affidato il ruolo finora più complesso della sua carriera, accanto a due mostri sacri: Toni Servillo e Remo Girone. Lei si impegna con eccezionale dedizione a rendere ben credibile il personaggio e studia meticolosamente ogni gesto e ogni movimento del viso davanti alla sua insegnante di recitazione. Ottiene la nomination al David di Donatello 2011, come migliore attrice protagonista, e vince il Nastro d’argento (Premio Guglielmo Biraghi), come attrice rivelazione dell’anno, ma mantiene sempre, durante le interviste, una candida umiltà. L’anno successivo le viene assegnato anche il Premio Lancia, nell’ambito del Premio Afrodite 2012, come nuovo volto del cinema italiano.
Una storia leggera e divertente è quella di Maschi contro femmine, regia di Fausto Brizzi, e si divertono anche gli attori mentre recitano. La Felberbaum si inserisce nel rapporto di coppia dei suoi migliori amici, rappresentati da Chiara Francini e Nicolas Vaporidis: un triangolo amoroso un po’ particolare…
Il principe abusivo è una garbata commedia romantica, quasi una favola, interpretata e diretta dal bravo comico, cabarettista napoletano Alessandro Siani. Sarah è protagonista assieme a lui e a Christian De Sica, nel ruolo della Principessa Letizia.
Per l’interpretazione del personaggio Valbona (una cameriera omosessuale dell’Est) nel film di Rocco Papaleo Una piccola impresa meridionale, le viene attribuito un altro ambito riconoscimento: il Premio Kineo 2014, come migliore attrice non protagonista.
Il film più recente (2015) è Poli opposti, opera prima di Max Croci. In questa elegante commedia sentimentale, vecchio stile, incontriamo una Sarah insolitamente grintosa, arrabbiata, aggressiva…una vera iena, nei panni di Claudia, un avvocato divorzista, in violento contrasto con Luca Argentero che interpreta un terapista di coppia (Stefano) dal carattere mite. Alla fine i poli opposti si avvicineranno… e nascerà l’amore.
A 24 anni la Felberbaum si è anche cimentata come scrittrice con il romanzo Baby Vogue, vincitore del Premio Cortina: la tormentata storia di un amore sbagliato. In cantiere ha altri progetti letterari, ma la sua complessa attività non le concede il tempo di condurli a termine, come non le ha consentito di completare gli studi universitari. E c’è qualcosa di molto più importante che la impegna: la famiglia. E’ sposata con Daniele De Rossi, centrocampista della Roma e della Nazionale italiana, ed è mamma di Olivia Rose (due anni e mezzo) e di Noah, il suo “piccolo principe”, nato lo scorso 3 settembre. La coppia, riservatissima, è gelosa della propria privacy e non ha mai offerto occasioni al gossip, ma deve pagare lo scotto della popolarità. Con il suo temperamento affettuoso, Sarah è molto legata anche a Gaia, dodici anni, la figlia che Daniele ha avuto dalla prima moglie.
Prima che iniziasse la seconda gravidanza, l’attrice ha fatto in tempo a recitare in Medici – Masters of Florence: una grande coproduzione della nostra Lux Vide, guidata da Matilde e Luca Bernabei, e della londinese Big Light Productions, fondata e diretta da Frank Spotnitz; ed è proprio Spotnitz, assieme a Nicholas Meyer, il creatore di questa colossale fiction di cui Rai Uno manderà in onda i primi otto episodi, a partire da lunedì 17 ottobre. La storia è quella dell’ascesa al potere della Famiglia Medici a Firenze e della decisiva influenza su arte, politica, religione e scienza del Rinascimento italiano. Il cast internazionale è di altissimo livello: Dustin Hoffman interpreta Giovanni de’ Medici, il patriarca della dinastia, mentre il ruolo del figlio Cosimo è affidato a Richard Madden, ben noto ai telespettatori come Robb Stark del Trono di Spade. Sarah Felberbaum è Maddalena, amante di Cosimo. La regia è di Sergio Mimica-Gezzan, già assistente di Steven Spielberg. Gli attori impegnati sono più di cento, con cinquemila comparse in costume e quattrocento cavalli. Le riprese, durate sei mesi, hanno avuto come teatro naturale i luoghi in cui si sono realmente svolti i fatti raccontati, tra Toscana e Lazio, anche all’interno di importanti sedi storiche, come il Duomo di Firenze, il Battistero e Palazzo Vecchio. Poiché la serie è destinata al mercato mondiale (il prodotto è stato già acquistato da vari paesi), gli attori hanno recitato in lingua inglese. Sarah indossa i sontuosi costumi dell’Atelier Tirelli e la vedremo anche cavalcare disinvoltamente: lei è un’appassionata di equitazione e adora i cavalli.
“Medici”, presentato al Roma Fiction Fest 2015, è l’evento televisivo più atteso dell’anno. La Rai prevede già un’audience media di circa sette milioni di spettatori.
Nelle foto, dall'alto, vediamo : Un suggestivo primo piano di Sarah Felberbaum; Con Raul Bova in "Ti presento un amico"; Con Michele Riondino in una scena de "Il Giovane Montalbano" (tv); E' Maddalena nel grandioso "Medici – Masters of Florence" con Dustin Hoffmann; Nomination al David di Donatello 2011 per “Il gioiellino”.

0 Comments
Posted on 13 Sep 2016 by elettra
 
 
 
 
 

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare
immagini e testi dal sito, a propria discrezione.
Copyright © 2002 - Tutti i diritti riservati
Copyright © 2002 - 2009 Tutti i diritti riservati
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini, Corso di Francia 211 - 00191 Roma
E-mail: info@annuariodelcinema.it P.IVA 04532781004