> NEWS
 
info@unavitaperilcinema.it
 
HOME
 
News
 
 
 
Una Vita Per il Cinema
 
 
Italy by Italy - Vera Ospitalita' Italiana
 
Ebook Planet
Un pò di tutto sui libri elettronici
www.ebookplanet.it
 
 
 
 
 
 
"LA LUNGA TREGUA" DI LIA VIOLA CATALANO




Testo e foto di Roberta Gulotta


Il magnifico Palazzo Ferrajoli di Roma ha fatto da cornice alla presentazione del libro di Lia Viola Catalano "La lunga tregua" (Ed. Mauro Pagliai).
Un appuntamento immancabile e come sempre esclusivo quello organizzato da Sara Iannone che con il suo "Salotto d'Autore" ha accolto ospiti illustri in uno dei contesti più affascinanti della città Capitolina.
A moderare l'incontro Pippo Franco, alla presenza del giurista, scrittore e poeta Corrado Calabrò, dello scrittore e critico letterario Arnaldo Colasanti e dell'attrice Beatrice Luzzi, che la allietato la presentazione del romanzo con la lettura di alcuni toccanti passaggi.



E' una donna sensibile, Lia Viola Catalano: psicologa e psicoterapeuta, è stata a stretto contatto con le realtà più crude dell'individuo e della mente umana. Già autrice del saggio "Latitanza a Rebibbiia" (1994) da cui è stato tratto il documentario presentato al Festival di Venezia, "Malanascenza" (2000), vincitore del Premio Fenice Europa, ha scritto anche il libro per bambini "Una principessa al Circeo" (2005) che ha vinto il premio "Un Libro per l'Estate", del thriller "Elettroshock" (2012) presentato e commentato da Vittorio Sgarbi al Festival del Libro di Polignano, fino ad arrivare al romanzo “La Lunga Tregua” dando prova con questa opera di saper raccontare la virtù degli uomini, ovvero l'Amore attraverso la tragedia, e lo ha fatto con passaggi superiori al dramma raccontando una favola nascosta.
Il romanzo, ambientato nella Palestina, narra attraverso la sua cruda realtà il sogno di pace di Habibi ragazzo palestinese cresciuto nell’odio verso Israele, colpevole di aver massacrato la sua famiglia e sottomesso il suo popolo. Ma col tempo le ferite possono rimarginarsi, e i propositi di vendetta possono sfumare lasciando spazio a un grande sogno di pace.
Educato alla sopravvivenza e alla guerra fin dai tempi di scuola, entra ben presto a far parte dell’organizzazione Al-Fatah. Coinvolto nella strage all’aeroporto di Fiumicino del 1985, trascorre quasi trent’anni in un carcere italiano. All’inizio della narrazione, che alterna il presente a lunghi flashback sull’infanzia in Galilea, Habibi ha scontato la sua pena ed è pronto a tornare in patria con un progetto quasi utopico: la pace tra due popoli che si odiano da troppo tempo.



I suoi propositi di riconciliazione tra vecchi nemici lo porteranno non soltanto a cercare intese impossibili, ma anche a confrontarsi col figlio, divenuto nel frattempo medico e innamorato di una ragazza ebrea, e a dover impedire a Nabila, la donna amata, di diventare una terrorista. Ma quanto tempo è necessario per dimenticare i lutti del passato, confrontarsi con se stessi e col “nemico”, abbattendo i confini per arrivare alla piena comprensione e accettazione dell’altro? Alla fine del romanzo, a tratti crudo e toccante come un documentario, emerge un messaggio di speranza.

Il giurista, scrittore e poeta Corrado Calabrò ha raccontato alcuni passaggi storici della difficile realtà dei luoghi nel libro descritti.



Sublimi i pensieri dello scrittore e critico letterario Arnaldo Colasanti, il quale ha ben descritto la chiave poetica e l'intento descrittivo del libro.
La brava attrice Beatrice Luzzi ha ben interpretato i vibranti passaggi descrittivi del libro.



Pippo Franco comico, attore, cantante, conduttore e uomo di cultura, ha sapientemente colto lo spirito dell'opera guidando gli ospiti attraverso il viaggio nell'immaginario e nelle emozioni della scrittrice.
Ad elogiare il libro di Lia Viola Catalano anche un intervento della Prof.ssa Fabia Baldi.
La presentazione è stata rallegrata dalla pregevole sonorità del M° Gianni Mirizzi, fisarmonicista, con alcuni brani di rimando musicale.

(Foto: copyright Roberta Gulotta)
0 Comments
Posted on 14 Jun 2017 by elettra
 
 
 
 
 

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare
immagini e testi dal sito, a propria discrezione.
Copyright © 2002 - Tutti i diritti riservati
Copyright © 2002 - 2009 Tutti i diritti riservati
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini, Corso di Francia 211 - 00191 Roma
E-mail: info@annuariodelcinema.it P.IVA 04532781004